Messaggio del Cappellano

Ultima predicazione

Predicazione audio

Storico delle predicazione

Il Filme di Gésù

Questa era la tua vita

Testimonianza

Poesie

Disegni

Animazione - 1

Animazione - 2

Preghiere

Sosttenerci

I nostri visitore

Radio M Cristiano


Siti interressanti

Contattaci


Ce site est référencé sur l'Annuaire Chrétien Multilingue
Questo sito e referenziato su
l’elenco cristiano multilingue


 

Messaggio del cappellano protestante.

 

Innanzitutto gloria a Dio! E grazie Signore! È un onore ed una possibilità per me di essere al servizio del nostro Signore come "Cappellano di prigione" per la Federazione protestante della Francia. Da quando sono al centro di detenzione, cioè ho iniziato in marzo 2004, le persone detenute mi mostrano che quello che annuncio è bene lo stesso ieri, oggi e per l'eternità... Come possiamo leggerlo attraverso la bibbia (Hébreï 13.8).

Quando ho cominciato il mio servizio, 2 personne avevano accettato di partecipare alla cappella, e 2 mesi più tardi, più di 40 persone. Subito ho capito che ero al mio posto e che le persone imprigionate avevano bisogno del Signore.

Le prime riunioni con loro alla cappella, erano studi biblici con tempi di preghiere con canti di lode. Appena ho visto che erano attenti alla parola di Dio, immediatamente il programma è stato modificato per lasciare posto alla predicazione, con uno studio biblico ogni 3 settimane. La preghiera e i canti di lode hanno sempre un ruolo molto importante per i fedeli.

Una volta questo momento finito, le persone sono visitate nella loro cella, per avere con me un momento in privato, a volte capita collettivo (massimo 3 persone), ed allo stesso tempo visito coloro che non hanno potuto venire alla cappella a causa delle loro attività o appuntamento.

I cuori accettano il Signore! È fantastico! Momenti che non dimenticherò mai, in particolare quando le persone si affidano, e fanno capire quando tempo sono stati lontani della presenza di Dio... Che non avevano mai letto la bibbia... Tempi di strappi... Lettere che vengono dal cuore, molto commoventi, delle testimonianze, perché il signore interviene all'interno di questa prigione che all'esterno.

Grazie Signore perché dici nella tua parola che eri in prigione e che noi siamo venuti a trovarti. Sappiamo che quando abbiamo fatto questo all'uno dei tuoi fratelli è a te che l'abbiamo fatto (Vangelo di Matteo 25.36 e 40). E ci rendiamo conto che è importante di essere uniti nella preghiera affinché il tuo Santo Nome possa essere proclamato dinanzi a quelli e coloro che si preparano per accettarti.

Spero di riempire questo ruolo in tutti i suoi aspetti, e che attraverso il tuo servo, le persone possano continuare a ricevere questa assistenza pastorale e morale.

Cappellano Protestante
G.GAMUZZA

Traduzione S. Calafato


Copyright©Lacompassion.com - 2005 - 2014 - Ogni diritto riservato