Messaggio del Cappellano

Ultima predicazione

Predicazione audio

Storico delle predicazione

Il Filme di Gésù

Questa era la tua vita

Testimonianza

Poesie

Disegni

Animazione - 1

Animazione - 2

Preghiere

Sosttenerci

I nostri visitore

Radio M Cristiano


Siti interressanti

Contattaci


Ce site est référencé sur l'Annuaire Chrétien Multilingue
Questo sito e referenziato su
l’elenco cristiano multilingue




In prigione con Dio

"Solo nella mia cella, ora, potevo sentire quasi fisicamente la presenza di Satana." Faceva notte fonda, fredda, ed egli si beffava di me”.


La bibbia parla di luoghi ritirati dove gli spiriti cattivi dansano, ed io ero in uno di questi luoghi. Sentivo la sua voce, giorno e notte: "Dove è dunque il tuo Gesù ?" Il Tuo Salvatore non può salvarti. Egli ti ha mentito, e tu hai mentito agli altri. Egli non è il Messia ! Ti sei sbagliato di persona!" Allora ho gridato: "E chi è il vero Messia che deve venire?" La risposta fu semplice, ma troppo blasfematoria per essere ripetuta qui. Io avevo scritto dei libri e degli articoli che provando che Gesù era il Messia, ma non avevo nemmeno un solo argomento da presentare. Il diavolo, che era riuscito a fare dubitare in prigione Nils Hauge, il grande evangelista norvegese, che aveva fatto la stessa cosa a Giovanni il battista nella fortificazione del castello, si accaniva contro di me. Io ero senza difesa. La mia gioia, e la mia serenità, tutto se ne era andato.

Prima avevo sentito il Cristo vicino a me, togliendo la mia amarezza, illuminando le mie tenebre, ma a quel momento gridai: "Eli, Eli, lama sabachtani"(Mio Dio, mio Dio, perché mi hai abbandonato)." Ero completamente solo, abbandonato. Durante quei giorni terribili d'oscurità, lentamente ho composto un poema, che non sarebbe stata facilmente accettato da quelli che non hanno conosciuto le stesse esperienze fisiche e spirituali. Questo poema mi salvò. Con queste parole, il suo ritmo, e la loro ripetizione, sono riuscito a vincere Satana. Ecco, senza le rime, ne il ritmo, il poema nel suo senso esatto tradotto dal Rumeno:Fin dalla mia infanzia ho frequentato chiese e templi, In essi, Dio è glorificato. Vari sacerdoti cantavano, con zelo.  Essi dicevano che era bene di amarTi .

Ma crescendo, io vidi talmente di sventure nel mondo di questo Dio che io dissi a me stesso “Egli ha un cuore di pietra. Altrimenti Egli toglierebbe le difficoltà del nostro cammino.”

Dei " bambini malati lottano contro la febbre negli ospedali, durante che i loro genitori pregano per loro. Il cielo resta sordo. Coloro che Egli ama partono per la valle dell'ombra e della morte, e pertanto noi avevamo pregato molto a lungo. 

 Dei giovani innocenti bruciano vivi in una fornace. Ed il paradiso è silenzioso lasciando fare le cose.

Dio non si è mai posto la domanda se, anche a voce bassa, i credenti, stessi non cominciassero a dubitare ?

Affamati, torturati, perseguitati nella loro patria, le loro domande rimangono senza risposta. L’Onnipotente non è interessato per gli orrori che sono la nostra parte.

Come posso amare il Creatore dei microbi, e delle tigri mangiatrici di uomini ?

Come amare Colui che tortura tutti i suoi servitori perché l’uno di essi una volta ha mangiato un albero ? 

Più triste di Giobbe, io non ho più ne moglie, ne figli, ne consolatori, e in questa cella, non c’è luce,  nemmeno un poco d'aria, è troppo duro a sopportare.

 Del mio letto fatto di tavola, mi faranno una bara. Esteso sulle mie tavole, mi chiedo ancora perché i miei pensieri vanno verso di Te, perché i miei scritti vanno verso di te?  Perché ho quest'amore appassionato per te, perché io non arrivo a cantare a qualcun’ altro che a Te ?

Io so che sono rigettato; fra poco tempo, sarò in una fossa, in via di marcire .

La fidanzata del Cantico dei cantici non ti ama quando chiede se "sei correttamente amato". L'amore è a se stesso la sua giustificazione. L’amore non è per gli uomini saggi.

Anche se mille insidie si drizzassero sulla sua strada, lei continuerebbe ad amare. Anche se il fuoco la bruciasse o se le onde la portassero via, lei continuerebbe ad abbracciare la mano che la ferisce. Se non trova alcuna risposta alle sue domande, lei ha fiducia ed aspetta.

Un giorno, in questi luoghi ritirati, il sole splenderà e tutto e quello che è nascosto sarà rivelato pienamente.

Il perdono dei suoi numerosi peccati non ha fatto che aumentare l'amore ardente di Maddalena. Ma lei ha dato il suo profumo, ed versato le sue lacrime prima che tu Gli indirizzassi le parole del perdono.

Se queste parole non fossero uscite dalla Tua bocca, lei sarebbe rimasta là, ad amarti, restando nei suoi peccati. Lei Ti amava prima che il Tuo sangue si mettesse a scorrere. Lei Ti amava prima che Tu la perdonassi. Io non ti chiedo nemmeno se è buono e legittimo di amarTi.

Io non T’amo per ottenere un giorno la salvezza. Io ti amerò anche se le mie sventure durano eternamente. Io ti amerò fino nel fuoco dell’inferno.

Se Tu avessi rifiutato di scendere fino agli uomini, saresti rimasto il mio sogno, lontano.

Se Tu non avresti voluto seminare la Tua parola, ti avrei amato senza averla sentita. Se nel il giorno della Crocifissione, Tu avresti esitato o anche se Tu te saresti fuggito, e che la salvezza non esisterebbe, Ti amerei comunque.

E se avessi scoperto che vi fosse del peccato in te, lo coprirei col mio amore.

Ora, non ho più timore di dire le parole di un matto, perché tutti sappiano quanto Ti amo. Ora, farò vibrare le corde che nessuno ha mai toccato e vado a magnificarti con una musica nuova. 

Se i profeti annunciavano qualcun’altro, io li lascerei per stare con te. Che essi produchino un migliaio di prove, il mio amore non andrà che a Te.

Se fossi divinamente avvertito che Tu fosti un ingannatore, piangendo io pregherei per te, ed anche se io non ti seguissi nell'errore, il mio amore non diminuirebbe per Te.

Per Saulo, Samuele passò la sua vita nel digiuno e le lacrime. Anche se apprendessi che avessi perso, il mio amore resisterebbe. Se fosse tu e non il diavolo che si era rivoltato contro il cielo, ed aveva perso la compassione degli angeli, se fosti caduto come un archangelo, dall’alto, dall’altissimo, senza speranza, io continuerei a sperare che il Padre Ti perdoni e che un giorno cammineresti di nuovo nelle strade lastricate d'oro del cielo.

Se Tu non fossi che un mito, fuggirei la realtà e mi rifugierei con te nel sogno. Se mi si provasse che Tu non esisti, è il mio amore che Ti darebbe la vita.  Il mio amore è folle, senza motivo e senza ragione, come il Tuo. Signore Gesù, trova un poco di felicità in questo luogo in cui mi trovo. 

Non ho più niente ad offrirTi.

Da quando ho scritto questo poema, non ho mai più sentito la prossimità di Satana. Egli Era partito. Nel silenzio, sentivo il bacio del Cristo. Tutto il mondo è silenzioso quando lo si abbraccia. La calma, e la gioia ritornarono.

Pasteur Richard Wurmbrand


Per rispondere a questa testimonianza
Premete per aggiungere "l'associazione la compassione" nei vostri link favoriti

 



 

Copyright©Lacompassion.com - 2005 - 2014 - Ogni diritto riservato